Mutuo Fittizio – Mutuo di Scopo

Mutuo fittizio: il contratto stipulato con la Banca al fine di ripianare una situazione debitoria.


Spesso gli imprenditori vengono invitati dalla banca a contrarre un mutuo ipotecario al fine di ripianare le posizioni debitorie creatasi negli anni.
Così facendo, la Banca  ottiene il risultato di consolidare  il suo credito assicurandosi una garanzia reale iscrivendo ipoteca sugli immobili del cliente.

Molto spesso, dall’analisi della documentazione contabile è facile rilevare che il ripianamento dell’esposizione del debito di conto corrente, a seguito dell’erogazione del mutuo è fittizia, in quanto la banca, di fatto, và a ripianare dei saldi debitori inesistenti, perché frutto di addebiti di tassi ultralegali, da anatocismo, da commissioni di massimo scoperto,  privi di causa negoziale o da interessi usurai.

Nel mutuo l’oggetto è rappresentato dal denaro e il contratto si perfeziona per “traditio”. Il mancato o parziale  accredito delle somme, vizia il contratto sino a renderlo nullo per mancanza di oggetto.
La sentenza n. 409/09 emessa dal Tribunale di Latina (sez. Terracina) ha dichiarato nulli i contratti di mutuo fondiario erogati per ripianare esposizioni debitorie, che dal ricalcolo erano risultate inesistenti.

Bisogna inoltre verificare se il mutuo è stato concesso per uno scopo (costruzione o ristrutturazione di immobili, acquisto di macchinari etc..) in questo caso l’imprenditore deve avere la disponibilità delle somma mutuata, cosa che molto spesso non avviene, perché la Banca trattiene le somme per eliminare o ridurre le esposizioni debitore del cliente.

Vedi anche ” perizia usura mutuo – relazione

Siamo a Vostra completa disposizione per ogni informazione o consulenza. > contatti

mutuo-fittizio

rif: mutuo fittizio – mutuo di scopo